La gatta con i calcoli

Calcoli renali per gatta Nami

I calcoli renali per il gatto.

Un bel problema per chi ama gli animali. Gli animali  sono un po’ come noi, tanto che il più delle volte può capitare che soffrano persino di patologie simili, o meglio,  paragonabili a quelle umane.

Nami, la gatta con i calcoli

È il caso della dolcissima Nami: una gattina sterilizzata di 6 anni che ci è stata portata in clinica perché da qualche giorno non stava bene.

I sintomi principali erano caratterizzati da disoressia e abbattimento del sensorio e così dopo un’accurata visita clinica è stato eseguito un esame completo del sangue e delle urine.

Referti delle analisi

Dalle analisi emerge un aumento dei marker di funzionalità renale (creatinina e azotemia) e la presenza di cristalli e materiale proteinaceo nelle urine. Si decide quindi di approfondire ulteriormente la situazione sottoponendo la gattina ad uno studio radiografico dell’addome e ad una ecografia che rivelano la presenza di una urolitiasi (calcolosi) dell’uretere. Nami quindi soffre di calcoli.

La radiografia di contrasto

Per vedere se c’è una completa occlusione dell’uretere si esegue un’ulteriore radiografia con mezzo di contrasto (urografia endovenosa o discendente).

La calcolosi può creare seri problemi se non si interviene immediatamente. Alla luce del responso positivo Nami viene immediatamente sottoposta ad un protocollo terapeutico per cercare di favorire la discesa del calcolo in vescica evitando così danni al rene.

calcolo renale gatto

L’intervento chirurgico

Purtroppo i primi risultati non sono soddisfacenti tanto da dover ricorrere all’intervento chirurgico. Attraverso una celiotomia mediana si visualizza l’uretere su cui si può intervenire con strumenti da microchirurgia per eseguire un’incisione della sua parete (ureterotomia) e asportare il calcolo responsabile dell’ostruzione.

Il post intervento

 A poche ore dall’intervento Nami mostra una forte ripresa e torna subito a mangiare nonostante i marker di funzionalità renale hanno impiegato due settimane per rientrare nei range di riferimento. Costantemente monitorata anche nel post operatorio e con una corretta terapia alimentare Nami oggi gode di ottima salute, gioca liberamente e non presenta recidive.

Scopri di più sui vantaggi della chirurgia mini-invasiva

Tenete sempre sotto controllo i vostri amici anche per evitare problematiche relative a insufficienze renali croniche. 

calcoli renali per gatta